Nel corso del secondo Settecento furono stipulate numerose convenzioni tra la Repubblica di Venezia e la monarchia asburgica, in seguito alle quali furono istituiti commissari straordinari per i confini (che si estendevano dall’Istria al Mantovano). Nei corso di alcuni anni si giunse alla stipula di trattati bilaterali che regolavano minuziosamente ogni possibile contenzioso, perseguendo una politica di neutralità impostata dai governanti veneziani già lungo la prima metà del secolo. La questione veneto-tirolese fu regolata nel 1752 con la firma del trattato generale sui confini. Nel 1753 furono firmata la convenzione relativa ai confini del dominio dei conti Castelbarco con il Veronese e una transazione analoga sui confini della giurisdizione dei conti di Lodron. Nella seconda metà del XVIII secolo la documentazione preparatoria ai lavori dei commissari austriaci e dei visitatori che operarono in territorio tirolese fu concentrata dal Gubernium di Innsbruck in un’unica raccolta di titoli giuridici, di atti relativi ai confini del Tirolo e del Vorarlberg e di altri materiali riguardanti la sovranità dei principi territoriali. Fino al 1849 fu custodita nel Gubernialarchiv e successivamente nello Statthaltereiarchiv di Innsbruck ad esso subentrato. Il saggio ricostruisce la vicenda della documentazione a partire dallo smembramento del fondo avvenuto nel 1919 e il trasferimento della porzione relativa ai territori trentini nell'Archivio di Stato di Trento di nuova costituzione.

Dagli Ältere Grenzakten del Tiroler Landesregierungsarchiv agli “Atti dei Confini”

Katia Occhi
2018

Abstract

Nel corso del secondo Settecento furono stipulate numerose convenzioni tra la Repubblica di Venezia e la monarchia asburgica, in seguito alle quali furono istituiti commissari straordinari per i confini (che si estendevano dall’Istria al Mantovano). Nei corso di alcuni anni si giunse alla stipula di trattati bilaterali che regolavano minuziosamente ogni possibile contenzioso, perseguendo una politica di neutralità impostata dai governanti veneziani già lungo la prima metà del secolo. La questione veneto-tirolese fu regolata nel 1752 con la firma del trattato generale sui confini. Nel 1753 furono firmata la convenzione relativa ai confini del dominio dei conti Castelbarco con il Veronese e una transazione analoga sui confini della giurisdizione dei conti di Lodron. Nella seconda metà del XVIII secolo la documentazione preparatoria ai lavori dei commissari austriaci e dei visitatori che operarono in territorio tirolese fu concentrata dal Gubernium di Innsbruck in un’unica raccolta di titoli giuridici, di atti relativi ai confini del Tirolo e del Vorarlberg e di altri materiali riguardanti la sovranità dei principi territoriali. Fino al 1849 fu custodita nel Gubernialarchiv e successivamente nello Statthaltereiarchiv di Innsbruck ad esso subentrato. Il saggio ricostruisce la vicenda della documentazione a partire dallo smembramento del fondo avvenuto nel 1919 e il trasferimento della porzione relativa ai territori trentini nell'Archivio di Stato di Trento di nuova costituzione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11582/315982
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact