Nel corso della lunga storia della guerra è possibile identificare alcuni tratti distintivi nel modo di combattere degli eserciti occidentali, una sorta di “continuità” che, secondo alcuni autori, sarebbe dovuta a comuni radici storico-filosofiche derivate dal modo di combattere degli opliti nella Grecia classica. In questo saggio, l’autore critica le spiegazioni culturaliste del warfare occidentale sottolineando come l’enfasi sullo “scontro frontale” e sulla “battaglia decisiva” sia piuttosto attribuibile a ragioni più materiali, cioè alla necessità – presente ancora oggi nelle guerre combattute dall’Occidente – di vincere in breve tempo per non incorrere nei costi umani ed economici della guerra.

Un modo occidentale di combattere? I costi della guerra e la ricerca della battaglia decisiva

Castelli, Emanuele
2013

Abstract

Nel corso della lunga storia della guerra è possibile identificare alcuni tratti distintivi nel modo di combattere degli eserciti occidentali, una sorta di “continuità” che, secondo alcuni autori, sarebbe dovuta a comuni radici storico-filosofiche derivate dal modo di combattere degli opliti nella Grecia classica. In questo saggio, l’autore critica le spiegazioni culturaliste del warfare occidentale sottolineando come l’enfasi sullo “scontro frontale” e sulla “battaglia decisiva” sia piuttosto attribuibile a ragioni più materiali, cioè alla necessità – presente ancora oggi nelle guerre combattute dall’Occidente – di vincere in breve tempo per non incorrere nei costi umani ed economici della guerra.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11582/206815
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact